Lavorare in Australia: Ottenere un visto di lavoro australiano

16.05.17
7 minuti di lettura
Contrassegnato:

Vivere e lavorare in Australia è un sogno per tutti. Grazie a politiche d'immigrazione relativamente progressiste, poco più di un quarto dell'attuale popolazione australiana è nata al di fuori dell'isola. Questi numeri sono destinati a crescere nei prossimi anni, con sempre più espatriati a godere del caldo clima australiano.

Con un settore dei servizi in forte espansione, e un PIL pro capite al quinto posto mondiale, non è difficile essere sedotti dal fascino dell'Australia ancor prima di considerarne l'eccellente stile di vita. Tuttavia, qualora desiderassi dare forma al tuo desiderio e trasferirti in Australia per una nuova sfida, probabilmente avrai bisogno di un visto di lavoro per farlo.

Dai un'occhiata a questa piccola guida su come ottenere il tuo visto australiano, così da iniziare a pianificare il tuo futuro.

Ho bisogno di un visto di lavoro australiano?

La tua prima priorità dovrebbe essere capire se hai bisogno di un permesso di lavoro o meno. In alcuni casi, secondo la tua nazionalità e il posto di lavoro, un permesso può non essere necessario.

Ci sono regole speciali per i cittadini neozelandesi, che di solito non hanno bisogno di un visto o di un permesso per vivere o lavorare in Australia. Per la maggior parte delle altre nazionalità però, sarà necessario fare domanda per un visto, secondo la propria situazione personale.

Vale la pena notare che alcune categorie di visti sono limitati, e pertanto potrai ottenerne uno solo a patto di soddisfare i criteri richiesti e se vi sono ancora posti disponibili.

Qual è la procedura per ottenere un visto di lavoro australiano?

Ci sono molti tipi di visti di lavoro in Australia. Alcuni sono destinati ai lavoratori qualificati che vengono in cerca di lavoro, altri per chi invece ha già trovato la propria mansione e l'appoggio del proprio datore di lavoro. Il sito del governo australiano ha una buona sezione per comparare i visti e i diversi relativi processi, il che può aiutarti a trovare il visto giusto per la tua situazione personale.

L'esatto processo da seguire varia a seconda della tipologia di visto. Per un visto di tipo General Skilled Migrant, dovrai prima presentare una domanda detta Expression of Interest, o EOI, attraverso SkillSelect. Dovrai inserire informazioni essenziali sulle tue qualifiche e competenze, che saranno quindi valutate secondo le necessità dell'economia australiana.

Dopo aver compilato il tuo EOI, potresti essere chiamato da un datore di lavoro o invitato dal governo a fare domanda per un visto qualora le tue competenze fossero richieste. Se qualcuno avesse bisogno delle tue competenze, puoi aderire al programma di visti detto Skilled Independent, senza appoggio di un datore di lavoro. È importante sapere che questi visti possono avere un limite annuale secondo la qualifica in questione, affinché l'Australia possa gestire lo stato di conoscenza e competenza in ogni settore in un dato momento.

Se ti hanno offerto un lavoro, il tuo principale ti inviterà a fare domanda per un visto — un processo detto anche nomina. Il datore di lavoro deve essere approvato dal governo australiano, ed il visto di lavoro può essere permanente o temporaneo a seconda delle circostanze.

I costi per la domanda di visto dipendono dalla tipologia e dal tipo di domanda. Fare domanda online di solito è più economico, anche se vi sono dei piccoli sovrapprezzi pagando con carta di credito. Per fare un esempio, un cittadino britannico che faccia domanda per un visto detto "working holiday" incorrerà in una spesa di circa 285 GBP, le quali aumentano però sino a 2330 GBP per un visto da lavoratore autonomo. L'autorità per l'immigrazione australiana ospita un calcolatore delle commissioni che ti consente di selezionare gli estremi del visto per cui vuoi fare domanda, e una stima sui relativi costi.

Ci sono inoltre agenzie disposte ad aiutarti a presentare domanda dietro compenso. Le agenzie con sede in Australia devono essere registrate per poterlo fare, ma quelle all'estero no. Assicurati di chiedere consiglio e capire bene il servizio che stai acquistando se prendi questa strada.

Di quali documenti ho bisogno?

Presentando un EOI su SkillSelect, dovrai fornire dei dati sulla tua esperienza lavorativa e scolastica, la tua conoscenza dell'inglese e le posizioni lavorative di tuo interesse. Queste sono inoltrate online in modo da consentire a potenziali datori di lavoro ed entità governative regionali o nazionali di poterli valutare. Le aziende potrebbero contattarti per discutere di opportunità immediate — o qualora vi fosse bisogno delle tue competenze in quell'area, le autorità locali potrebbero invitarti a fare domanda per un visto.

Se fossi stato invitato o nominato a fare domanda da un datore di lavoro, dovrai fare applicazione online, tra cui una dichiarazione sui valori australiani, dove dichiarerai di sostenere il lifestyle australiano. Dovrai pagare una commissione e fornire documentazione a supporto della tua domanda. Gli esatti documenti varieranno a seconda del caso specifico, ma è probabile che questi saranno inclusi:

  • Copia certificata dei documenti di viaggio (e di ogni documento a supporto, come certificati di nozze, nel caso)
  • Il casellario giudiziale, che non deve attestare reati rilevanti in ogni nazione in cui tu abbia vissuto per più di 12 mesi
  • Prova della tua conoscenza della lingua inglese
  • Prova delle tue competenze e qualifiche - potendo pertanto includere il tuo CV, certificati di qualifica professionale o prova della licenza o registrazione necessaria per svolgere la tua professione

L'elenco esatto dei documenti necessari viene specificato nella lista dei documenti per la domanda di visto, disponibile sul sito dell'autorità per l'immigrazione.

Ogni documento che non sia originalmente in inglese deve accompagnarsi a traduzione qualificata.

Visti di lavoro australiani per part time, lavoratori stagionali ed a tempo determinato

Un'opzione eccellente per lavorare in Australia nel breve termine è il cosiddetto visto Working Holiday. Puoi beneficiarne se hai meno di 30 anni e il tuo passaporto è idoneo. Devi inoltre dimostrare di avere il denaro necessario per stare in Australia e comprare un biglietto di ritorno alla fine del tuo soggiorno. Solitamente, i visti hanno durata di 12 mesi e ti consentono di lavorare sino a 6 mesi per qualsiasi datore di lavoro. Durante il periodo di validità del visto, puoi lasciare l'Australia e rientrarvi quante volte vuoi.

Se ti stai trasferendo al fine di lavorare per un po' in un settore specializzato - come la ricerca o lo sport - c'è un visto particolare per te. Il visto per attività temporanee per lavori specializzati include varie tipologie di lavoro, come ad esempio occupazioni nell'industria dell'entertainment o lavori domestici.

Se avessi studiato in Australia e desiderassi restarvi dopo la laurea, potresti fare domanda per un visto temporaneo per laureati. Questo visto consente ai laureati nelle università australiane di restare sino a 18 mesi e lavorare nel settore in cui si sono specializzati.

Come ottengo un visto di lavoro australiano se sono un imprenditore?

L'Australia ha recentemente varato un visto aggiornato per innovazione ed investimento nell'impresa, che potrebbe fare al caso tuo qualora volessi andare lì a fondare la tua azienda.

Per poter fare domanda, devi rientrare in certi canoni, tra cui avere meno di 55 anni, parlare inglese in maniera competente e detenere almeno il 30% del capitale legato alla tua iniziativa imprenditoriale. Alcune aziende, come le agenzie immobiliare od i franchising, non sono incluse da questo visto. Vi sono però diversi flussi di visti specifici per investitori di diverso tipo.

I requisiti specifici del visto per innovazione ed investimento nell'impresa variano a seconda di questa tipologia. Tuttavia, per avere un visto di lavoro imprenditoriale, devi presentare un valido business plan ed aver fatto accordi per un finanziamento di almeno 200000 AUD.

Se viene ritenuto la tua azienda abbia successo, puoi allora fare domanda di residenza permanente in Australia dopo quattro anni.

Cosa succede al mio partner ed alla mia famiglia con il mio visto di lavoro australiano?

Le condizioni di alcuni visti di lavoro australiano ti consentono di portare la tua famiglia con te in Australia, o consente loro di raggiungerti una volta stabilitoti. I membri della tua famiglia inclusi da queste condizioni ed accordi includono coniuge o partner (includendo relazioni di fatto od omosessuali), bambini ed altri familiari a carico come i propri genitori in certe situazioni.

In generale, tutta la famiglia dovrà sostenere dei controlli medici come dei raggi x sulla cassa toracica ed esami del sangue. Gli adulti dovranno inoltre dimostrare la propria bonomia con un casellario giudiziale pulito in ogni nazione in cui abbiano vissuto per più di un anno. L'autorità per l'immigrazione australiana ha rilasciato un utile opuscolo per delineare i requisiti e le opzioni a disposizione del tuo partner per migrare in Australia.

Ho il mio visto di lavoro australiano - e ora?

Una volta arrivato in Australia, potrai vivere e lavorare secondo i termini del tuo visto. Tuttavia, c'è un requisito di carattere generale per tutti i titolari di un visto — la possibile revoca in caso di colpevolezza relativa ad un reato grave o legame con attività illegali.

Sarai inoltre responsabile del rinnovo del tuo visto o di lasciare il paese prima che questo scada. VEVO è uno strumento basato sulle app che ti consente di visionare facilmente i termini e le condizioni del tuo visto una volta emesso. Può anche essere usato per inoltrare gli estremi del proprio visto a potenziali datori di lavoro, se desideri. Una volta sistemato nella tua nuova vita australiana, torna utile per tenere d'occhio lo stato del tuo visto e sincerarti che tutto sia a posto.

Come posso portare il mio denaro in Australia dal mio conto bancario all'estero?

Per ottenere il massimo dal tuo denaro in Australia, dovrai aprire un conto bancario in Australia, e puoi farlo prima di arrivare.

Quando invii denaro verso o dall'Australia, puoi considerare l'uso di un servizio di conversione valuta come TransferWise per evitare tassi di cambio ingiusti. C'è una piccola commissione trasparente, e quando il denaro viene convertito da una valuta all'altra, otterrai il tasso di cambio reale - lo stesso che puoi visualizzare su Google. Non solo questo, ma TransferWise riceve ed invia denaro con bonifici locali anziché internazionali, facendoti risparmiare ulteriore denaro — eviti infatti le pesanti commissioni sui trasferimenti internazionali.

Se il tuo viaggio è breve, o se aprire un conto bancario in Thailandia non fosse possibile, puoi pur sempre ritirare denaro dal tuo conto estero usando un bancomat. Tieni presente che è più conveniente per te chiedere di essere addebitato nella valuta locale, anziché nella tua.

A prescindere da quando inizierai il tuo nuovo lavoro all'estero, dovrebbe essere abbastanza semplice ottenere un visto — basta seguire i giusti passaggi. La parte più importante è sempre fare in modo di goderti la tua nuova avventura!

TransferWise è il nuovo modo intelligente per inviare denaro all'estero.

Scopri di più