Il tasso di cambio di Mastercard

Fabio Beccari
24.07.19
5 minuti di lettura

Oggi le carte prepagate sono il principale strumento per fare acquisti online, sia in euro che in altre valute. E durante i viaggi all’estero, le carte di credito e debito sono il metodo ideale per cambiare valuta con i prelievi bancomat o effettuare pagamenti in negozi, hotel e ristoranti. Ma a causa dei tassi di cambio, i pagamenti con carta rendono piuttosto difficile capire esattamente quanto costa un acquisto fuori dall’area euro.
A questo problema si può ovviare con TransferWise, un servizio trasparente e chiaro.

Ecco di cosa parleremo in questo articolo:

Ad esempio, se sei in viaggio a Londra, quanto spenderai per una cena pagando in sterline con la tua Mastercard collegata a un conto in euro? Per saperlo devi necessariamente conoscere quale sia il tasso di cambio di Mastercard.

Prima di individuare il tasso di cambio di Mastercard, vediamo qual è il tasso di conversione più conveniente e più giusto da applicare. Si tratta del tasso di cambio “reale” definito dall’incontro tra domanda e offerta di una valuta e denominato tasso medio di mercato. Non è altro che il tasso di cambio indicato su fonti indipendenti come Google, XE o Yahoo Finance.

Il problema è che spesso per le transazioni internazionali le banche non applicano il tasso di cambio “reale”. Piuttosto utilizzano un tasso di cambio con un sovrapprezzo, in modo da ricavare un margine di profitto sulla conversione della valuta.

Diversamente, TransferWise converte sempre il denaro al tasso di cambio reale. Per questo è l’alternativa più conveniente per fare acquisti e prelievi all’estero, o pagamenti in altre valute. Iniziare è semplicissimo:

  1. Apri un conto multivaluta TransferWise (gratuito), che ti permette di gestire il denaro in più valute convertendolo al tasso migliore.
  2. Richiedi la carta di debito TransferWise (gratuita) del circuito Mastercard, che ti rende possibile fare acquisti e prelievi senza commissioni in tutte le valute del tuo conto.

Ad esempio se ti trovi a Londra, con la carta TransferWise puoi effettuare acquisti e prelievi dal tuo saldo in sterline, risparmiando tutti i costi legati al cambio valuta. Naturalmente sei sempre libero di convertire in sterline gli euro sul tuo conto multivaluta TransferWise (e viceversa) al tasso di cambio reale.

E ora vediamo qual è il tasso di cambio di Mastercard e cosa accade effettuando acquisti in altre valute con carte Mastercard associate a un conto bancario in euro.

Il tasso di cambio di Mastercard

Mastercard afferma di convertire le transazioni ai tassi di cambio “ufficiali” e raccomanda di controllare con l’istituto che ha emesso la carta la presenza di eventuali costi o commissioni.

Grazie al calcolatore del tasso di cambio di Mastercard, è sempre possibile controllare i tassi di cambio per le transazioni effettuate con carte Mastercard.

Per utilizzare il calcolatore, ti occorrono i seguenti dati:

  • Data della transazione
  • Percentuale delle eventuali commissioni applicate dalla tua banca
  • Valuta e importo della transazione
  • Valuta della carta

Una volta inseriti questi dati, il calcolatore ti indicherà il costo della transazione nella valuta della tua carta.

A quel punto, per sapere se il tasso di cambio di Mastercard è equo, dovrai metterlo a confronto con il tasso medio di mercato; per farlo puoi utilizzare il nostro convertitore di valuta. Ma c’è anche una possibile commissione sul cambio valuta Mastercard da prendere in considerazione: ne parleremo tra poco.

La commissione sul cambio valuta di Mastercard

Come abbiamo visto, Mastercard permette di calcolare il proprio tasso di cambio. Si tratta di una funzione utile, perché consente di verificare volta per volta la presenza di commissioni aggiuntive rispetto al tasso di cambio “reale”.

Ma il tasso di cambio ricavato con il calcolatore è puramente indicativo, come specificato in una nota sotto il calcolatore di Mastercard. In altri termini può esservi una commissione aggiuntiva sul cambio valuta Mastercard calcolato, perché:

  1. La banca può utilizzare o meno i tassi di cambio Mastercard e imporre commissioni aggiuntive in relazione alle transazioni in valuta estera.
  2. Il momento in cui si effettua la transazione può non coincidere con quello della sua elaborazione, il che può comportare costi extra. (Infatti i tassi di cambio sono specifici per la data e l’ora di elaborazione della transazione).

L’addebito di spese extra da parte delle banche per l'utilizzo di una carta Mastercard all'estero è abbastanza comune. Può trattarsi di spese fisse o di un costo in percentuale, che in ogni caso rende piuttosto costose le transazioni.

Per avere chiari i costi a cui puoi andare incontro, controlla i termini e le condizioni del tuo conto bancario. Di solito sono pubblicati online sul sito della banca, alla sezione “Trasparenza”. In particolare, cerca le commissioni applicabili ai pagamenti e ai prelievi internazionali.

Si applica sempre il tasso di cambio di Mastercard?

Non a tutte le transazioni si applica il tasso di cambio di Mastercard. Come specificato nelle avvertenze sotto il calcolatore Mastercard, se la transazione viene convertita dall’esercente o dall’ATM, i tassi di cambio Mastercard non vengono applicati. Ciò di solito avviene se si sceglie di pagare nella valuta della carta, anziché in quella dell'esercente o dell'ATM.

Facciamo un esempio. Se utilizzi la tua carta Mastercard associata a un conto in euro per un acquisto o un prelievo bancomat quando sei a Londra, il tasso di cambio utilizzato non sarà quello di Mastercard, ma quello dell'esercente o del bancomat.

Si tratta della cosiddetta “conversione dinamica della valuta” (Dynamic Currency Conversion o DCC). Se viaggi regolarmente ne avrai già sentito parlare: ti viene proposto di pagare nella tua valuta nazionale anziché in quella locale, in qualsiasi parte del mondo ti trovi. Da una parte può esserti comodo, per verificare immediatamente i costi della transazione nella tua valuta nazionale. D’altra parte però, la DCC può esporti a spese nascoste e a costi inutili.

Questo perché sarà l’ATM, l’esercente (o la banca intermediaria) a stabilire il tasso di cambio utilizzato, se scegli la DCC. Probabilmente ti verranno applicate condizioni meno favorevoli rispetto a quelle di Mastercard, di cui sei cliente. E non potrai controllare il tasso applicato, perché ti verrà mostrato solo il costo nella tua valuta nazionale. Insomma, non usufruirai di condizioni vantaggiose.

Il modo migliore per pagare all’estero

Sicuramente vorrai evitare di spendere più del dovuto mentre sei in viaggio all’estero.

Se usi una carta Mastercard per fare acquisti fuori dalla zona euro, è importante che tu sia in grado di calcolare il costo reale della transazione. Può essere un po' complicato, perché dovrai conoscere il tasso di cambio Mastercard e anche le commissioni applicate dalla tua banca. Un altro accorgimento fondamentale è evitare la conversione dinamica della valuta negli acquisti e nei prelievi bancomat; scegli piuttosto di pagare nella valuta locale, in modo da ottenere il miglior tasso possibile.

In alternativa, massimizza il tuo budget scegliendo la soluzione che ti offre sempre il tasso di cambio più conveniente quando sei all’estero: TransferWise.


Questa pubblicazione è unicamente fornita a scopo illustrativo e non intesa a ricoprire ogni aspetto dell'argomento trattato. Non è da considerarsi come fonte di consigli su cui fare affidamento. Chiedi consiglio a un professionista o specialista prima di effettuare, o meno, scelte sulla scorta del contenuto di questa pubblicazione. Le informazioni qui fornite non costituiscono consulenza legale, fiscale o suggerimento professionale alcuno da parte di TransferWise o affiliati. I risultati ottenuti in precedenza non garantiscono un esito simile. Non rilasciamo espressamente o implicitamente alcuna garanzia o dichiarazione circa la accuratezza, completezza o affidabilità del contenuto di questa pubblicazione.

TransferWise è il nuovo modo intelligente per inviare denaro all'estero.

Scopri di più

Suggerimenti, notizie e aggiornamenti per la tua posizione